AFC Weekly: il Jeonbuk vince sempre all’ultimo, il Marzak Balata campione di Palestina

AFC Weekly – le cinque migliori storie dai campionati asiatici della scorsa settimana: prosegue il duello a distanza in Corea del Sud fra Jeonbuk e Ulsan Hyundai. Goleade in Uzbekistan e Tajikistan rispettivamente per Pakhtakor e Istiklol. Diamo uno sguardo anche al campionato vietnamita, per poi giungere in Palestina, dove si è conclusa la stagione con la vittoria in campionato del Marzak Balata

K-League – Jeonbuk sempre all’ultimo minuto

In settimana in Corea del Sud si sono disputati due turni di campionato, con il duello a distanza fra Jeonbuk e Ulsan Hyundai che continua a suon di vittorie in attesa dello scontro diretto di settimana prossima.

Il Jeonbuk, capolista e campione in carica con 21 punti non esprime il miglior gioco, ma di certo ha messo in mostra una mentalità davvero impressionante vincendo le partite contro Pohang Steelers (1-2) e Gwanju negli ultimi istanti di gioco. Il 16 giugno sul campo del Pohang Steelers il Jeonbuk ha vinto in rimonta grazie alle reti dell’attaccante Kyo-Won Han e al 93′ sugli sviluppi di un calcio d’angolo, del centrale difensivo Min-Hyeok Kim. Il 21 giugno il Jeonbuk ha ospitato invece il neopromosso Gwanju e la partita si è rivelata essere più ostica del previsto, tanto da essere sbloccata solamente all’85’ ancora una volta da Kyo-Won Han.

L’Ulsan Hyundai continua a tenere il passo con 20 punti in classifica dopo le vittorie per 0-3 contro il Gangwon e per 2-0 in casa contro il Seoul (alla sua quinta sconfitta consecutiva). In entrambe le partite è andata a segno la coppia offensiva composta dal norvegese ex AZ Alkmaar, Bjorn Johnsen e dal brasiliano Junior Negao. Il sudamericano continua a condurre la classifica marcatori con 9 centri e grazie alla rete segnata contro il Seoul è giunto a quota 50 gol con la maglia dell’Ulsan Hyundai.

Sarebbe ingeneroso chiudere il nostro riassunto sul campionato coreano senza citare Cesinha ed il suo Daegu. Il trequartista brasiliano nelle ultime due partite ha segnato una rete nel pari per 2-2 contro il Busan, per poi essere l’autore di una doppietta da urlo nel successo per 3-1 contro il Suwon. Il Daegu è attualmente quarto in classifica e dato il crollo del Seoul ed il momento altalenante del Pohang Steelers, potrebbe ambire alla qualificazione in Champions League. Traguardo che può essere possibile grazie a questo Cesinha, che per distacco è il calciatore di maggior classe di questa K-League, al momento con 5 gol e 4 assist.

Uzbekistan – Pakhtakor senza pietà

La scorsa settimana è ricominciata la lega uzbeka dalla quarta giornata ed i campioni in carica del Pakhtakor avevano perso per 0-1 contro il Sogdiana, mentre i rivali del Bunyodkor, giocando un calcio entusiasmante, ma poco concreto sotto porta, avevano conquistato i tre punti ai danni del Kokand, portandosi così in vetta alla classifica.

In settimana vi era grande attesa per il big match fra Pakhtakor e Bunyodkor ed il risultato è stato quantomai perentorio: la squadra di Taskhent ha trionfato per 5-0 con doppietta dell’attaccante serbo Dragan Ceran, dando così un forte segnale al campionato oltre a riprendersi la prima posizione: la sconfitta di settimana scorsa era stata solo un incidente di percorso, il Pakhtakor Taskhent è destinato a dominare anche questo campionato.

 

Tajikistan – ne segna 8 l’Istiklol Dushanbe

Dal 16 giugno ad oggi si sono disputati due turni del campionato tajiko, il quale si era fermato alla fine di aprile dopo quattro giornate a causa dell’emergenza coronavirus, dopo che il paese impudentemente aveva dichiarato zero casi di contagio.

Il campionato è ripartito da dove si era fermato, con un 6-1 dei campioni in carica dell’Istiklol Dushanbe: ad aprile la vittima era stata il Kuktosh, mentre lo scorso 16 giugno è toccato al Regar TadAZ con 6 differenti marcatori. La marcia inarrestabile dei campioni di Tajikistan è continuata il 20 giugno con un clamoroso 8-0 ai danni dell’Istaravshan. In quest’occasione l’unico giocatore ad aver segnato più di un gol è stato Alisher Dzhalilov con una doppietta, mentre in entrambi i match da segnalare le reti dell’attaccante turkmeno Vakhyt Orazsakhedov (il primo della sua nazione a militare nel campionato del Tajikistan), che dopo un primo periodo di adattamento difficile, sembra aver trovato la giusta confidenza.

In questa pioggia di gol, prova a tenere il ritmo il Khujand, che alla ripresa del campionato ha vinto entrambi i match contro l’Istaravshan (2-1) e il Faizkand (3-0), mantenendosi a tre punti di distanza dall’Istiklol Dushanbe

 

V-League – nessuno segna a Van Huang Nguyen

Il campionato vietnamita è sempre più combattuto e senza una squadra che sta spiccando il volo. Risultato clamoroso per i campioni in carica dell’Hanoi che hanno perso in casa contro la capolista Song Lam Nghe  per 0-1 grazie alla rete del ventenne Van Lam Dang.

Van Lan Dam festeggia il gol vittoria

Alcune curiosità: era dall’agosto del 2016 che l’Hanoi non perdeva in casa in campionato, per una serie di 41 partite. Il Song Lam Nghe invece, vincitore della V-League per tre volte nel corso della sua storia (l’ultima nel 2011) si trova al comando della classifica con 11 punti in 5 giornate con soli tre gol segnati e zero subiti! Gran parte del merito non può che andare al portiere, classe 1995, Van Hoang Nguyen. Sarà curioso vedere fin quando riuscirà a mantenere la propria porta inviolata.

West Bank League – si chiude la stagione del campionato palestinese

In settimana si è chiusa la stagione 2019/20 del campionato palestinese, la West Bank Premier League, che dopo 22 giornate ha visto trionfare il club Marzak Balata per la prima volta nella sua storia. Il Marzak Balata, fondato nel 1954 nei campi profughi, aveva già archiviato il successo alla penultima giornata grazie al successo per 4-2 sull’Albirah, mentre nell’ultimo turno è giunta una spettacolare vittoria per 2-5 sul campo del Wadi Al-Nes. Protagonista di questi due match è stato il centrocampista della nazionale palestinese Oday Kharoub, autore in totale di tre reti.

I campioni del Marzak Balata

Come nel caso dell’India, anche in Palestina vi sono due leghe professionistiche di prima fascia: oltre alla West Bank premier League vi è la Gaza Strip Premier League, campionato di secondaria importanza nelle gerarchie, che include per l’appunto i club della Striscia di Gaza, la cui stagione 2019/20 non si è conclusa.

Lascia un commento