Il Sidney FC ha vinto la sua quinta Hyundai A-League

 

Il Sidney FC, dopo aver dominato la regular season, si porta a casa anche il Championship e lo fa per la quinta volta, record assoluto della Hyundai A-League. Il back-to-back suggella l’inizio una dinastia vincente. They are really “Simply the Best”?

LA CRONACA DELLA FINALE

La finale si è giocata il 30 agosto scorso al Bankwest Stadium di Sidney, lo stadio che accoglie le partite più importanti dello sport australiano, dalla nazionale di Rugby alle finali del rugby australiano. Rispettando le regole imposte dalla pandemia allo stadio erano presenti i tifosi delle due squadre.

Tifosi al Bankwest Stadium durante la finale della Hyundai A-League (Photo by Mark Kolbe/Getty Images)

La partita è stata giocata a ritmi molto fin dal 1° minuto e il Melbourne City FC aveva trovato il vantaggio, poi annullato, grazie a un tiro da fuori area del terzino Harrison Delbridge,al 17° del primo tempo. Anche a riguardarlo oggi il goal sembra regolare, ma di questo avviso non è stato l’arbirtro Cris Beath, che ha deciso di non convalidarlo dopo essersi consultato con la VAR, rilevando influente la posizione dell’attaccante Lachlan Wales, che si trovava vicino a Andrew Redmayne, portiere del Sidney. L’arbitraggio non è stato un granché, va detto. Nel corso del secondo tempo è stato negato un rigore solare al Sidney per un intervento falloso di Curtis Good su Adam Le Fondre.

Il fallo da rigore su Adam Le Fondre non fischiato dall’arbitro Beath (Photo by Matt King/Getty Images)

Per incoronare la vincitrice di questa stagione ci sono voluti i tempi supplementari. Un equilibrio inaspettato a inizio gara e che sottolinea la grande preparazione della partita fatta dal Melbourne City. Poi al 100° Rhyan Grant si inserisce in area di rigore, riceve un cross dalla trequarti e insacca di spalla. E’ l’apotesi per i tifosi di casa. Da lì in avanti gli Sky Blues si mettono sulla difensiva e mettono al sicuro al risultato e, con esso, il record di plurivincitori del Championship (5).

MVP DELLA FINALE

Rhyan Grant vince la Joe Marston medal come MVP della stagione

La Joe Marston Medal 2020, che viene assegnata all’MVP della Grand Final, finisce sul collo di Rhyan Grant, l’unico scorer della partita. Il premio arriva alla fine di una stagione strepitosa dell’esterno destro del Sidney FC. Senza ombra di dubbio Grant è oggi uno dei migliori giocatori della A-League e, in assoluto, uno dei migliori prodotti del calcio australiano, tanto da diventare titolare fisso dei Socceroos. Come mai un talento di questo tipo non abbia trovato spazio in Europa sono i misteri del calciomercato.

Rhyan Grant nella conferenza stampa del giorno successivo alla vittoria (Photo by Mark Kolbe/Getty Images)

MVP STAGIONALE DEL SIDNEY FC

Adam Le Fondre in azione durante la Finale (Photo by Ryan Pierse/Getty Images)

Adam Le Fondre, fortissimamente Adam le Fondre. Come avevamo avuto modo di scrivere nell’articolo di mid-season – che trovate qui – il bomber tascabile britannico avrebbe la differenza. Così è stato. Con i suoi 21 goal in 28 partite è stato il perno attorno al quale ha girato tutto il gioco del Sidney FC. Un acquisto azzeccato che regalerà altre soddisfazioni alla squadra della capitale e che potrebbe essere importante anche nella prossima campagna continentale dove gli Sky Blues si candidano a essere una delle sorprese.

L’ALLENATORE

Steve Corica è una leggenda del Sidney FC. Capitano in campo, poi vice-allenatore e, dal 2018, allenatore. Ha in bacheca 2 Championship e 2 Premiership e non è finita qui. La sua squadra è molto equilibrata e sa quando attaccare e quando lasciar sfogare l’avversario. Se vogliamo fare un paragone, ricorda molto Massimiliano Allegri, ovviamente con tutti i distinguo del caso. Se il Sidney FC ha dominato la stagione ed è riuscito nel back-to-back buona parte dei meriti sono stati della gestioni dell’allenatore italo-australiano.

Steve Corica alza il trofeo della Grand Final (Photo by Cameron Spencer/Getty Images)

GLI SCONFITTI

Il Melbourne City a fine partita (Photo by Matt King/Getty Images)

Il Melbourne City ha fatto il massimo perché per tutta la stagione ha rincorso il Sidney FC senza mai riuscire nemmeno ad avvicinarsi. A onor del vero, in questa finale, era riuscito a passare meritatamente in vantaggio, ma il destino, vestito da arbitro, ha deciso che la vittoria doveva andare in un’altra direzione. Erick Mombaerts, allenatore e mentore della squadra, è tornato in Francia per motivi familiari e il suo posto è stato preso dal suo assistente, Patrick Kisnorbo, ex difensore australiano che ha giocato a lungo in Inghilterra. L’impianto di squadra e la rosa ci sono. Vediamo se la squadra che fa parte del CFG group – di cui raccontiamo le vicende in questo articolo – saprà interrompere il dominio del Sidney FC, già a partire dalla prossima stagione.

IL MIGLIORE DEGLI SCONFITTI

Jamie Maclaren prima della finale (Photo by Matt King/Getty Images)

A vincere il titolo di capocanniere assoluto del campionato è stato Jamie Maclaren, con il superbo score di 23 goal in 25 partite. Questo è il secondo titolo per il 27enne attaccante australiano di origini scozzesi. Una soddisfazione personale, che certo non può sostituire la rabbia per la sconfitta, ma che può lenirla almeno fino alla prossima stagione. Lui la sua esperienza europea l’ha fatta, giocando una stagione negli Hibernians condita da 9 goal in 27 presenze, ma poi ha preferito l’aria di casa. Chissà che qualche club di casa nostra non possa farci un pensierino, perché Maclaren è il più dotato tra i bomber che giocano in Hyundai A-League.

MVP DELLA HYUNDAI A-LEAGUE

Siamo contenti che il nostro Alessandro Diamanti – a cui abbiamo fatto una lunga intervista alcuni mesi fa, che trovate qui – abbia vinto la Johnny Warren Medal 2020 che viene assegnata al miglior giocatore della stagione della Hyundai A-League. Il calciatore pratese ha disputato una grande stagione, guidando i debuttanti Western United fino alle semifinali del torneo. Un grande in bocca al lupo per Alino e per la prossima stagione.

 

 

Visitate il nostro sito web, www.allasianfootball.com e seguiteci sui nostri canali social di facebook e twitter.

Trovate i nostri podcast al nostro canale Youtube.

La Rivista ‘All Asian Football Magazine – Football war in the Middle East’ è disponibile all’acquisto al seguente link (clicca qui) in formato digitale o cartaceo

 

 

 

Lascia un commento