AFC Weekly: riparte il calcio in Australia, Persepolis ad un punto dal titolo, crisi nera per lo Yokohama F. Marinos

AFC Weekly – le 5 principali storie dal weekend di cacio asiatico: in Giappone è crisi nera per i campioni in carica del Yokohama F. Marinos, in Corea del Sud l’Ulsan Hyundai allunga in classifica, si riprende a giocare in Australia, Persepolis ad un solo punto dal quarto titolo consecutivo in Iran, il Saigon prende il largo in V-League

GIAPPONE: Crisi nera per i campioni del Yokohama

Siamo giunti alla quinta giornata della J-League ed i campioni in carica dello Yokohama F. Marinos stanno affrontando una crisi senza precedenti: sconfitta per 4-2 contro il Kashima Antlers e solo 4 punti conquistati in questo inizio di campionato per gli uomini di Ange Postecoglou. Doppietta per il classe 1998 Ayase Ueda che condanna la Tricolore e permette al Kashima di vincere la prima partita dopo 4 sconfitte consecutive. Le brutte notizie per lo Yokohama F. Marinos non finiscono più dato che il club da oggi non fa più parte dell’universo City Football Group data la fine della partnership fra il fondo arabo e la Nissan.

Primo posto meritatissimo invece per i Delfini del Kawasaki Frontale a quota 13 punti in 5 gare, nell’ultimo turno hanno demolito per 1-5 il neopromosso Yokohama grazie alla doppietta del capitano Yu Kobayashi. Oltre al Kawasaki, l’unica squadra a non aver ancora perso è il Nagoya Grampus di Massimo Ficcadenti a quota 11 punti e al quarto posto, in quest’ultimo turno ha avuto la meglio 1-0 sul Sagan Tosu grazie al gol nella ripresa di Naoki Maeda

COREA DEL SUD: l’Ulsan Hyundai allunga in vetta

Giunti alla prima giornata del girone di ritorno in K-League, continua il momento estremamente negativo dei campioni in carica del Jeonbuk, che dopo aver perso la prima posizione settimana scorsa, questa volta incappano in un brutto pareggio per 1-1 contro il fanalino di coda Incheon United. Solo due punti conquistati nelle ultime tre gare, che permettono all’Ulsan Hyundai di portarsi a +3 grazie al successo per 1-0 sul Gangwon grazie al rigore trasformato dal solito Junior Negao.

Il Jeonbuk deve ora guardarsi le spalle, con Sangju Sangmu e Pohang Steelers che si fanno pericolosamente vicine. La squadra dell’esercito ha vinto 2-0 contro il Daegu grazie all’ottima prestazione del giovane Oh Se-hun, autore di un gol e di un assist. Il Pohang invece ha liquidato per 3-1 il Seoul con la doppietta del gigante russo Iljutcenko e la rete finale del colombiano Palacios.

AUSTRALIA: riparte il campionato

Riparte la A-League dopo un periodo di forte instabilità dovuto all’addio dalla prossima stagione del main sponsor, la Hyundai, ed il lungo tira e molla con il broadcaster Fox Sports (clicca qui per approfondire). Il campionato riparte con i recuperi dato che alcune compagini hanno giocato 20 partite prima dello stop, altre 20, con tutte le partite che si disputeranno nella regione di Sydney.

A riaprire le danze è proprio la capolista Sydney FC che riparte con un netto 3-1 in rimonta ai danni dei neozelandesi del Wellington Phoenix. Ad aprire le marcature è l’italo australiano Reno Piscopo, ma poi gli Sky Blue si fanno sotto con il pari di Adam Le Fondre (18° centro in campionato) e la doppietta del classe 1998 Buhagiar.

Il Sydney chiuderà sicuramente la regular season al primo posto, considerando i 51 punti in 21 partite contro i 40 del Melbourne City secondo in classifica, ma con due gare in più.

 

IRAN: Persepolis a un passo dal titolo

Il  Persepolis batte 1-0 Foolad Khuzestan nella 25^ giornata di Persian Gulf Pro League. Ora il 4° scudetto consecutivo è quasi realtà: mancano 5 giornate al termine del campionato, e l’unico inseguitore è il Tractor, che però è staccato di 15 punti. Ma è alquanto improbabile che i Rossi di Tehran possano perdere tutte le prossime partite. Così sono iniziati i festeggiamenti insieme al mister Yahya Golmohammadi, che ha pubblicato su Instagram la foto in basso

View this post on Instagram

خدایا شکرت🙏✌️

A post shared by Yahya Gol mohammadi (@yahyagolmohammadi2020) on

 

VIETNAM: il Saigon ha preso il largo

Concludiamo la nostra rubrica settimanale tornando in Vietnam, dove al comando della classifica alla decima giornata, non troviamo più l’Ho Chi Minh, bensì il Saigon.

4 punti nelle ultime 4 gare per l’Ho Chi Minh con sconfitta per 1-0 all’ultimo turno sul campo dell’Hong Linh, scalando dunque al terzo posto. Momento magico invece per il Saigon che ha vinto tutte le ultime 4 partite battendo fra l’altro anche i campioni in carica dell’Hanoi (sesti a meno sette dalla vetta). Nell’ultimo turno il Saigon ha avuto la meglio 3-0 contro il Nam Dinh grazie alla doppietta di Phuong Le e la rete del brasiliano Magno. Questa V-League è una competizione all’insegna dell’equilibrio anche nella classifica marcatori: Magno condivide il primato con 5 reti assieme ad altri 7 giocatori. In seconda posizione a 4 punti di distanza dal Saigon, troviamo il The Cong.

Il Saigon, club fondato solamente nel 2011, non ha mai vinto il titolo nazionale, mentre l’ultimo successo del The Cong risale addirittura al 1998.

Lascia un commento