A Singapore sono cinque anni che il campionato lo vincono club stranieri

Nella Singapore Premier League l’ultimo successo di un club locale è datato 2014, quell’anno furono i Warriors FC a vincere la lega, che poi è diventata di dominio dei club stranieri

A Singapore il calcio locale non vive un momento fiorente, con una lega nazionale che non attira grandi sponsor e pubblico sugli spalti. Fondata nel 1996 la S-League (rinominata solo recentemente Premier League), negli ultimi anni ha visto decrescere il numero delle squadre partecipanti alla massima divisione, dalle 13 della stagione 2013, alle sole 9 compagini da cinque anni a questa parte.

La particolarità della Premier League di Singapore è data dal fatto che, a partire dalla stagione 2003, la federazione locale, al fine di incrementare il numero di squadre partecipanti al campionato, decise di invitare compagini dall’estero: la prima di queste fu il Sinchi FC, ovvero una rappresentativa giovanile proveniente dalla Cina, che prese parte al campionato di Singapore dal 2003 al 2005. Negli ultimi anni, la Singapore Premier League è stata dominata dai club stranieri, con l’ultimo successo locale che risale addirittura alla stagione 2014, quando a trionfare furono i Warriors FC.

Risultato immagini per warriors fc singapore 2014 champions
I Warriors FC festeggiano la vittoria del campionato nel 2014

Delle 9 squadre che prendono parte al campionato, due di queste sono straniere, ovvero l’Albirex Niigata (Giappone) ed il DPMM FC (Brunei). I nipponici hanno vinto per tre anni consecutivi dal 2016 al 2018, mentre la squadra del Brunei ha conseguito il titolo nazionale nel 2015 e nel 2019. Vediamo dunque di conoscere meglio queste realtà così particolari che hanno trionfato a Singapore.

Albirex Niigata – Giappone

Al fine di assicurarsi sponsorizzazioni da parte i compagnie giapponesi operanti a Singapore, la Federazione locale riuscì nell’intento di invitare nell’allora S-League, una rappresentativa giapponese, ovvero l’Albirex Niigata, squadra satellite dell’omonimo club che attualmente milita nella seconda divisione giapponese.

La formazione dell’Albiirex Nigata partecipa al campionato di Singapore dalla stagione 2004 e la formazione attualmente è composta da giocatori locali e giapponesi, tutti quanti U23, fatta eccezione per i portieri che non hanno limiti di età. Dunque il club nipponico utilizza il campionato del sudest asiatico come una piattaforma competitiva per lo sviluppo dei propri talenti da promuovere successivamente in prima squadra.

Risultato immagini per albirex niigata singapore
Albirex Niigata – il club giapponese ha vinto tre Singapore Premier League consecutive

Dopo le prime stagioni concluse nella parte bassa della classifica, l’Albirex Niigata svoltò nella stagione 2015 con la conquista del terzo posto e la vittoria nelle due coppe nazionali. Successivamente, dal 2016 al 2018, per tre anni consecutivi, il club giapponese salì sul trono di Singapore e addirittura, proprio nella stagione 2018, non perse una singola partita di campionato. In questi tre anni, l’Albirex Niigata vinse anche tutte le Coppe Nazionali e le Super Coppe, mettendo così in bacheca tredici titoli nel giro di sole quattro stagioni.

Il salto dalla Singapore Premier League alla lega giapponese è però troppo ampio: il capocannoniere della stagione 2017, Tsubasa Sano (26 gol in 21 partite), oggi milita nella seconda serie nipponica con la maglia del Roasso Kumamoto, mentre il miglior marcatore del 2018, Shuhei Hoshino, dopo una fallimentare esperienza in terza divisione coreana è tornato nella Premier League di Singapore fra le fila del Balestier Khalsa.

DPMM FC – Brunei

Prima di tutto, dove si trova il Brunei?  Si tratta di un piccolo stato nel sudest asiatico da poco più di 400mila abitanti, situato nella parte settentrionale dell’isola del Borneo della Malesia. Lo stato del Brunei, divenuto indipendente dall’Inghilterra solamente nel 1971, dista solamente due ore di volo da Singapore. Il Brunei è una monarchia assoluta islamica, ed è l’unico stato musulmano nel sudest asiatico ad aver introdotto la Shari’a (punizione dell’adulterio, dell’omosessualità e prevede la pena di morte per lapidazione), addossandosi lo sdegno della comunità internazionale. L’economia del Brunei è prettamente dipendente dalle proprie riserve energetiche, il 90% del PIL deriva da petrolio e gas.

Risultato immagini per brunei map

La nazionale di calcio del Brunei è la più debole del sudest asiatico: nel 2018 è stata eliminata nella fase preliminare della AFF Suzuki Cup (la Coppa delle nazionali dell’area ASEAN) dal Timor Leste, mentre nelle qualificazioni dei Mondiali in Qatar non è entrata nella fase a gironi, in quanto eliminata al primo turno dalla Mongolia.

Il club che fornisce il maggior numero di calciatori alla nazionale del Brunei è il DPMM FC, attualmente campione in carica sia in patria che a Singapore, dato che il club, proprio dallo scorso anno, ha ripreso a militare anche nel proprio campionato. Il DPMM FC ha una storia decisamente particolare: nato come club universitario negli anni ’90, diviene professionistico solamente nel nuovo millennio vincendo la Brunei Premier League nel 2004.

Al fine di intraprendere un percorso di crescita che non sarebbe stato possibile completare nella propria lega, nel 2005 il DPMM FC entrò a far parte della seconda divisione della Malesia, conquistando subito la promozione nella prima serie, dove concluse addirittura al terzo posto la stagione 2007. A causa di problemi burocratici e la conseguente sospensione dell’accordo fra le Federazioni delle due nazioni, il club del Brunei entrò a far parte della lega di Singapore nel 2009 conquistando subito la League Cup.

Risultato immagini per DPMM FC
DPMM FC – campione di Singapore in carica

Il DPMM FC ha vinto il primo campionato a Singapore nella stagione 2015 e dopo tre anni di dominio dei giapponesi dell’Albirex Niigata, è tornato a trionfare proprio lo scorso anno grazie alle 21 reti dell’attaccante bielorusso, scuola Dinamo Kyev, Andrey Varankow.

Da diverse stagioni però il DPMM FC cerca di lasciare la Singapore Premier League per trasferirsi in un contesto maggiormente competitivo come quello della Thailandia o dell’Indonesia, partendo dalla seconda serie come nel decennio scorso quando si unì alla lega malesiana, ma per ora, tutte le trattative sono andate in fumo.

Gli altri club stranieri di Singapore

Prima di Albirex Niigata e DPMM FC, furono i francesi dell’Etoile FC a vincere il campionato di Singapore nel 2010. Il progetto Etoile FC nacque inizialmente come academy internazionale (tutt’ora attiva) per poi dar vita alla prima squadra per soli due anni, con calciatori nati in Francia. Nella stagione del titolo nazionale il calciatore più decisivo fu Frederic Mendy, classe 1988, originario di Parigi, vinse il titolo di capocannoniere con 21 gol, oggi milita nel Vitoria Setubal nella prima divisione portoghese.

Risultato immagini per etoile fc singapore
L’Etoile FC oggi è una delle academy più prestigiose di Singapore

Varie rappresentative cinesi presero parte al campionato nel corso degli anni: la rappresentativa U19 del Dalian e quella del Beijing Guoan, rispettivamente nelle stagioni 2008 e 2010, conclusero il campionato entrambe al decimo posto (su dodici) e per le scarse performance non fu rinnovato loro l’invito. Caso diverso per il Liaoning nel 2007, il cui allenatore Wang Xin ed altri 8 giocatori furono arrestati e condannati per match-fixing.

I Super Reds FC furono la squadra creata dalla comunità coreana a Singapore e nei tre anni in cui presero parte al campionato, raggiunsero addirittura il secondo posto nella stagione 2007.

Nel 2006 fu la volta del Sporting Afrique, compagine composta da calciatori africani provenienti dai campionati locali o da leghe minori dell’Asia. La Federazione di Singapore sperava che il club potesse fungere da piattaforma per selezionare calciatori da poter naturalizzare (come nel caso del nigeriano Udo Fidelis Chika), ma il progetto durò una sola stagione a causa di controversie interni fra calciatori ed il presidente Collin Chee, accusato di non rispettare i termini di pagamento.

L’ultima rappresentativa straniera, fu quella della selezione U22 della Malesia, con il nome di Harima Muda, prese parte alla Singapore Premier League dal 2012 al 2015, con il miglior piazzamento che fu il quarto posto della prima stagione.

Lascia un commento