Hong Kong FA Cup: il 31 marzo sarà finale fra Eastern Sports Club e R&F HK

Mentre il calcio si è fermato in tutto il mondo, nelle ultime due settimane si è ripreso a giocare ad Hong Kong con lo svolgersi della FA Cup

Se l’Europa e le americhe sono all’inizio della loro lotta contro il coronavirus, l’est asiatico si sta lentamente riprendendo e da due settimane a questa parte, ad Hong Kong si è ripreso a giocare, seppur a porte chiuse, con lo svolgersi nelle ultime due settimane dei quarti di finale e delle semifinali della FA Cup.

La finale, che si disputerà il 31 marzo, sarà fra l’Eastern e l’R&F HK, con quest’ultimi, attualmente al primo posto della Premier League, che affronteranno per la prima volta nella loro storia la finale di coppa.

L’Eatern Sports Club è una delle squadre con maggior tradizione del calcio di Hong Kong, fondato addirittura nel 1932, vanta la vittoria di 5 campionati e ben 14 Coppe Nazionali. A causa di difficoltà economiche iniziate a metà degli anni ’90, l’Eastern è retrocesso fino alla terza serie di Hong Kong, per poi fare il ritorno in Premier League stabilmente nel 2014 e vincere il campionato due anni più tardi sotto la guida della giovanissima allenatrice Chan Yuen Ting, che all’epoca aveva solamente 27 anni.

In questa particolare edizione della Hong Kong FA Cup, l’Eastern ha battuto ai quarti di finale i detentori del titolo del Kitchee per 2-0 per poi travolgere per 5-0 il Pegasus HK. Protagonisti di queste due nette vittorie sono stati i brasiliani Everton Camargo e Sandro, a segno in entrambe le partite con tre gol a testa in totale. Sandro, conosciuto anche come Alessandro Ferreira Leonardo, in passato aveva vestito la maglia del Kitchee e dal 2015 rappresenta la nazionale di Hong Kong.

Club con decisamente meno tradizione l’R&F HK, fondata solo nel 2016, è la squadra satellite del Guangzhou R&F della Chinese Super League nella quale militano Eran Zahavi e Mousa Dembele. l’R&F HK, nato inizialmente come rappresentativa U19 del club cinese, da due stagioni a questa parte ha intrapreso un percorso diverso che l’ha portata a cambiare programma ed ingaggiare i migliori calciatori di Hong Kong, in modo da vincere il campionato e poter accedere alle Coppe continentali. Da un punto di vista politico, sarebbe un duro colpo, se, un club ‘cinese’, con il suo stadio a Guangzhou, rappresentasse Hong Kong in AFC Champions League o AFC Cup, fatto che potrebbbe realizzarsi già nel 2021 dato che l’R&F HK è attualmente al primo posto della Premier League di Hong Kong.

L’R&F HK ha concluso la scorsa stagione al secondo posto, perdendo lo scudetto in casa alla penultima giornata contro il Tai Po Woofo. Le due squadre si sono incrociate nella semifinale di questa Hong Kong FA Cup e l’R&F, dopo un entusiasmante 2-2 nei 120 minuti, ha prevalso solamente ai calci di rigore. L’R&F era in vantaggio fino al termine dei tempi regolamentari grazie alla rete dell’ex, il brasiliano Igor Sartori (MVP della scorsa stagione di Premier League), ma al 97′, a tempo scaduto, Dudu porta la sfida ai supplementari e successivamente il Tai Po si porta in vantaggio con la rete di Antunes Lugo. L’R&F trova il pari del definitivo 2-2 al 107′ grazie a Tiago Leonco. Infine, sarà il club ‘cinese’ a prevalere alla lotteria dagli undici metri con rigore decisivo trasformato dal canadese Matt Lam.

Dunque, appuntamento il 31 di marzo con la finale fra Eastern Sports Club e R&F HK, un match che potrebbe cambiare la storia del calcio ad Hong Kong con l’inizio dell’egemonia del club cinese.

Lascia un commento