AFC Champions League, debutto da sogno per Iniesta con il Vissel Kobe

Nella mattinata italiana di mercoledì, il Vissel Kobe ha fatto il suo esordio in AFC Champions League per la prima volta nella sua storia. Gli amaranto non potevano sperare in un esordio migliore visto che si sono imposti con un netto 5-1 sui campioni della Malesia dello Johor Darul Ta’zim. Al Noevir Stadium di Kobe, i tifosi di casa hanno preparato anche due striscioni molto belli, uno per salutare Lukas Podolski, ora in Turchia all’Antalyaspor, ed un altro in onore del defunto Kobe Bryant, scomparso tragicamente lo scorso 26 Gennaio insieme alla figlia 13enne Gianna.

C’era molta curiosità riguardo a questa partita, non solo perché era il primo match storico del Vissel in campo internazionale, ma anche perché era il debutto di Andrés Iniesta in ACL.. Il genio spagnolo non ha deluso le attese ed ha regalato spettacolo come sempre con il pallone, divenendo gran protagonista del match. L’ex giocatore del Barcellona ha firmato anche due assist, rendendo praticamente indimenticabile la serata giapponese ai tifosi presenti allo stadio.

La partita

Sulla carta, la partita poteva avere un esito scontato vista la differenza tecnica tra le due formazioni, ma sul campo niente lo è. Il Vissel Kobe è entrato in campo senza sottovalutare lo Johor che lo scorso anno, pur perdendo in Giappone, vinse in Malesia contro il Kashima Antlers, mostrandosi squadra pericolosa. Gli amaranto hanno controllato il match creando subito i presupposti per il vantaggio che arriva al 13′ ed è proprio Iniesta a mettersi subito in luce con un assist da centrocampo fantastico che spiana la strada a Keijiro Ogawa che con un tocco morbido porta avanti il Vissel.

Trovato il vantaggio, come accaduto in Supercoppa, il Vissel ha un calo di concentrazione ed al 27′ gli ospiti trovano il pari su rigore con Safawi. Iniesta incita i compagni e dopo appena 60” il Vissel si riporta avanti con una vera perla di Kyogo Furuhashi che con un fantastico destro da fuori area, spedisce il pallone in rete. Nella ripresa, è ancora Iniesta show con lo spagnolo che al 58′ in mezzo a tre avversari, serve con uno splendido no-look Gotoku Sakai che penetra in area e passa al centro ad Ogawa che deve solo appoggiare in porta.

Al 65′ ci pensa il brasiliano Douglas (secondo gol in due partite ufficiali con il Vissel Kobe) a chiudere definitivamente la partita rubando il pallone ad un avversario grazie al suo fisico e battendo il povero Marlias. Il risultato ed i tre punti sono al sicuro, ma Iniesta non è ancora sazio ed al 73′ dalla sinistra resiste al pressing avversario e mette in mezzo un pallone dolcissimo per la testa di Ogawa che si regala così una meritata tripletta.

Nel finale ci sarebbe anche il tempo per il sesto gol del Vissel e per il terzo assist di Don Andrés, ma Fujimoto se lo divora. La partita si chiude con un netto 5-1 per il Vissel e con un Iniesta in stato di grazia (3 assist in due partite), con lo spagnolo MVP assoluto del match. Nonostante l’età, Iniesta ha ancora voglia di stupire e quest’anno ha intenzione di mostrare all’Asia intera il suo, immenso talento.

Tabellino e highlights

Vissel Kobe 5-1 Johor Darul Ta’zim (13′, 58′, 73′ Ogawa, 28′ Furuhashi, 65′ Douglas – 27′ Safawi rig.)

VISSEL KOBE (4-1-4-1): Ikura; Nishi, Osaki, Vermaelen, G. Sakai; Yasui; Ogawa, Goke, Iniesta (dall’88’ Hatsuse), Furuhashi (dal 76′ Tanaka); Douglas (dal 72′ Fujimoto). All. Thorsten Fink

JOHOR DARUL TA’ZIM (4-1-4-1): Marlias; Kunanlan, Mauricio, Zafuan, Corbin-Ong; Harun; Safawi, Fazail, Fazi (dal 67′ Natxo Insa), Cabrera (dall’81’ Syafiq); Diogo. All. Benjamin Mora

Arbitro: Alireza Faghani (Iran)

Ammoniti: Kunanlan (J), Fazail (J), Furuhashi (K), Safawi (J)

Espulsi: –

Stadio: Noevir Stadium (Kobe)

Spettatori: 7.256

 

 

 

 

Lascia un commento