Club World Cup: avanti l’Al Hilal con Gomis, l’Al Sadd si arrende al Monterrey

Si sono conclusi i quarti di finale della FIFA Club World Cup che si sta disputando in Qatar, con una sola squadra asiatica che avanza al turno successivo, si tratta dell’Al Hilal campione d’Asia, trascinata alla vittoria da Bafetimbi Gomis. l’Al Sadd di Xavi Hernandez si deve invece arrendere ai messicani del Monterrey

Dal 1986 al 1998 le squadre campioni continentali di Africa ed Asia si affrontavano in una Super Coppa denominata Afro Asian Club Championship. Delle due squadre che si sono affrontate nei quarti di finale del Mondiale per club, l’Al Hilal e l’Esperance Tunisi, i sauditi disputarono e persero la competizione nel 1992 per essere sconfitti proprio da una squadra della Tunisia, il Club African. L’Esperance invece trionfò nella sua unica finale nel 1995 battendo i thailandesi della Thai Farmer Bank.

In questo nuovo capitolo della rivalità fra Asia e Africa, è stato il continente orientale a prendere il sopravvento, con l’Al Hilal che ha trionfato per 1-0 grazie alla rete di Bafetimbi Gomis, entrato nel secondo tempo. Dopo una prima frazione di gioco conclusa a reti bianche e dominata dall’Esperance, nella ripresa Lucescu cambia le carte in tavola disponendosi con due punte, con il siriano Omar Kharbin al fianco di Gomis, invertendo così l’inerzia della partita. Il francese segna un gol spettacolare e dopo aver vinto la Champions Asiatica da capocannoniere (11 reti fra cui quella in finale di ritorno) proietta l’Al Hilal nella semifinale del Mondiale per Club contro i brasiliani del Flamengo di GabiGol

Niente da fare invece per l’Al Sadd di Xavi Hernandez. I padroni di casa campioni di Qatar nella stagione 2018/19, dopo aver esorodito con una sofferta vittoria per 3-1 contro l’Hienghene di Nuova Caledonia, si arrendono per 3-2 contro i messicani del Monterrey. I messicani chiudono il primo tempo con due reti a firma dell’ex difensore del Milan, Leonel Vangioni (con un tiro teso e forte dalla distanza), e l’attaccante Funes Mori. L’Al Sadd rialza la testa con un’incornata di Baghdad Bounedjah al 66′, ma il Montterrey ristabilisce il doppio vantaggio dopo appena dieci minuti con il classe 1997 Carlos Rodriguez. La partita si conclude con la bomba dalla distanza dell’ex pallone d’oro d’Asia, Abdelkarim Hassan, quando oramai è troppo tardi per imbastire una rimonta.

L’Al Sadd disputerà la non ambita finale per il 5°-6° posto contro l’Esperance Tunisi, mentre il Monterrey se la vedrà in semifinale con il Liverpool. Un risultato deludente per la squadra di Xavi Hernandez che sta attraversando anche un difficile momento in campionato, solo al quarto posto a -11 dalla vetta (con due partite in meno) occupata dai rivali di sempre dell’Al Duhail.