Il Ranking per Club in Asia e le novità per la Champions del 2021 a 40 squadre.

Analisi del Ranking per club AFC, club e campionati e le novità per il 2021.

Vi era un tempo nel quale la Serie A qualificava solamente tre squadre alla Champions League ed eravamo diventati tutti esperti di ranking UEFA nella speranza di poter rientrare nelle big 3 dopo che la Germania ci aveva sorpassato. Dunque in questo articolo parleremo di ranking delle competizioni di club nella Asian Football Confederation osservando anche quelle che saranno le novità per la Champions League del 2021 che verrà ampliata a 40 squadre.

Le classifiche tengono conto dei risultati degli ultimi quattro anni e derivano dal seguente sito web: https://footyrankings.com/afc-ranking/clubrank2019 aggiornato allo scorso 24 novembre

Club Ranking

Al primo posto troviamo lo Shanghai Sipg. Il club cinese non ha mai vinto la Champions, eppure negli ultimi quattro anni Oscar e Hulk hanno sempre passato la fase a gironi e nel 2017 sono stati eliminati in semifinale. I cinesi sono seguiti dall’Al Hilal: il club saudita è neo campione continentale dopo aver battuto l’Urawa Red Diamonds con Giovinco e Gomis che salgono sul trono d’Asia. Sul gradino più basso del podio invece troviamo l’Al Duhail di Qatar, la squadra di Almoez Ali, capocannoniere della scorsa Coppa D’Asia, nel 2018 ha raggiunto le semifinali, mentre quest’anno è uscito solamente agli ottavi per mano dei rivali dell’Al Sadd.

Fra le altre vincitrici della Champions dal 2016 ad oggi, l’Urawa Red Diamonds occupa il quarto posto. I Reds hanno disputato la finale quest’anno e vinto nel 2017, ma nel 2018 non hanno partecipato alla manifestazione a causa del settimo posto in J-League. Quinto posto per i coreani del Jeonbuk Hyundai che hanno trionfato nel 2016 per non prendere parte alla Champions nel 2017 a causa di una squalifica internazionale per lo scandalo combine in patria. Al sesto posto invece il Kashima Antlers: i cerci del Giappone hanno vinto nel 2018 contro il Persepolis, in quell’anno i nipponici superavano per la prima volta i quarti di finale della Champions.

Ranking dei campionati

La Champions League Asiatica cambierà radicalmente nel 2021 passando da 32 a 40 squadre con un girone in più sia nella West che nella East Zone. Svolta su entrambi i fronti a livello di Ranking, con la Thailandia che ha finalizzato il sorpasso sull’Australia, mentre l’Iraq è balzato davanti all’Uzbekistan ad Ovest.

https://twitter.com/Asia_Fball_News/status/1201843124827328512?s=20

Secondo la versione coreana di Asian Football News, la Cina, prima assoluta nel ranking e Giappone qualificheranno tre squadre ai gironi ed una ai preliminari. La Thailandia ha sorpassato l’Australia e per la prima volta porterà almeno due squadre ai gironi, mentre i Socceroos sono stati declassati e qualificheranno automaticamente la vincente della Regular Season. Almeno una squadra anche per Filippine, Corea del Nord, Vietnam, Malesia e Singapore, mentre Hong Kong e Birmania dovranno passare dai preliminari. Se la Champions League per ogni zona ora prevede la partecipazione di club almeno da 6 nazioni, dal 2021 saranno 10.

Se lo schema sopra esposto sarà replicato anche per la West Zone, Qatar ed Arabia Saudita porteranno tre squadre ai gironi, mentre Iran ed Emirati Arabi Uniti, due. L’Iraq potrebbe qualificare lo stesso numero di squadre australiane, mentre l’Uzbekistan sarà equiparabile alle Filippine. Chi beneficerà dell’espansione saranno India, Giordania, Tajikistan e Turkmenistan con una squadra a testa ai gironi, mentre Libano e Siria partiranno dai preliminari.